Tour Operator di mete insolite

 


 

 

Tour Operator Brain & Heart

uno stile di vita che si ispira

ad un concetto preciso

 

 

proposta del Tour Operator Theth National Park Albania

Theth National Park Albania

 

 

 

Qualche sera fa, ero seduto nel salottino di un ristorante, qui nelle Marche e dopo cena si beveva un bicchierino insieme ad un amico, nelle chiacchiere del più e del meno, Alessandro mi disse che mesi addietro aveva conosciuto un giovane Tour Operator e che avendone fatto amicizia, sono rimasti in contatto, volle raccontarmi la sua storia ma soprattutto quello che proponeva, sapendo del mio lavoro.

 

 

Tour Operator Brain & Heart

 

 

E’ un’idea nata da un giovane Tour Operator italiano, con sede a Tirana, Albania e il suo progetto, oramai più che affermato, prevede di ottimizzare il tempo, come affermano loro, unica risorsa limitata, per ottenere la felicità dandone il giusto valore.

La mission, che si è prefissata, il Tour Operator Brain & Heart è quella di rispondere agli eventuali bisogni di chi vuol raggiungere “egoisticamente” la felicità, donandosi il giusto tempo per fare quello che più desidera, come seguire Spettacoli, Concerti, Viaggi, Vacanze, Design, Eventi, Enogastronomia, la maggior parte si svolgono in Albania ma sono previsti, a breve, nuovi contatti con il nord Europa e l’America.

Propone esperienze di viaggio in mete insolite e viaggi avventurosi, dove il turista, sia alla ricerca di emozioni e di ricordi, che non possono appartenere ad un normale viaggio.

E’ questo il motivo delle singolarità, delle esperienze di viaggio che vengono proposte dal Tour Operator Brain and Heart, i suoi viaggi sono in grado di coprire un incredibile numero di richieste e soddisfare le esigenze, Mare, Montagna, Vela, Mototurismo, Bicicletta, Avventura, Climbing, Trekking, Hiking, Enogastronomia.

Tutto molto bello” gli dissi “ma sembra più che altro, un volantino pubblicitario di un Tour Operator, cosa c’è di diverso che possa spingere la gente a scegliere le sue mete”.

Mi ha detto che lui aveva provato una delle proposte “Avventura”, una escursione al Theth National Park, in Albania.
 
Una vacanza sulle Alpi Albanesi: Una meraviglia della Natura
 

Proposta Tour Operator al Theth National Park, tra avventura e natura

 

 

L’escursione è durata in tutto otto giorni, tra partenza e ritorno, mi ha detto che tutta l’attrezzatura e i fuoristrada li hanno messi a disposizione loro.

Mi sono informato sul Theth National Park e ho letto che è una delle meraviglie dell’Albania e durante l’inverno rimane praticamente isolato, si raggiunge solo con mezzi fuoristrada.

La comunità di Theth è formata da circa 170-180 case ed è situata nel centro del parco, che si estende su una superficie di 2.630 ettari e si trova lungo il fiume Theth.

Le sue principali attrazioni sono la cascata Grunas e lock-in Torr, una costruzione che offriva sicurezza in una situazione di combattimento.

L’escursione sarà intensa e faticosa, metterà alla prova la resistenza, la capacità di adattamento, quindi bisogna essere allenati e abituati a fare trekking su terreni accidentati e in quota.

 

 

Inizio dell’escursione

 

 

Proseguendo il racconto di Alessandro, mi riferisce che il primo giorno si arriva a Shkoder, una bellissima e antica città albanese, qui ci si riunisce al gruppo che effettuerà l’escursione.

Si farà una visita alla città, situata sulle sponde del lago da cui prende il nome, è chiamata anche “La Firenze dei Balcani”.

Si visiterà la Cattedrale, dedicata a Santo Stefano protomartire, chiamata “Chiesa Grande“, perché all’epoca era la più grande d’Albania.

 

Il Boulevard di Shkoder

 

Poi una visita veloce sul Boulevard pedonale il centro della città, cena e pernottamento.

Il giorno dopo, trasferimento verso le Alpi Albanesi ed il Theth National Park, lungo il tragitto si effettua una sosta, dove finisce l’asfalto e inizia il percorso da fuori strada, al Passo di Thore, da qui in avanti la natura incontaminata, foreste e fiumi, accompagneranno l’escursione.

Dopo quasi due ore di fuoristrada, per mulattiere e foresta, si arriva a Thet, sistemazione in casa privata adibita e ristrutturata, in parte per l’ospitalità dei turisti.

E già qui a detta di Alessandro, comincia l’avventura, sì perché, la sistemazione è in stanze da 2 da 4 persone o, addirittura in tredici, tutti insieme.

In una grande stanza senza mobili, con una grande stufa a legna al centro e pelli di pecora su cui adagiare i sacchi a pelo e di bagni ce n’è uno per piano, per un totale di 3 piani.

Una volta sistemati comincia una escursione di circa 5-6 ore, con una camminata e trekking, attraverso la Valley of Boga da una quota di circa 1670 metri fino a quota 1820 per poi tornare a una quota di 900 metri.

 

 

Terzo Giorno con il Tour Operator Brain & Heart

 

 

Camminata alla scoperta di Thet, con  visita ad un vecchio mulino ad acqua e alla chiesa, per poi incamminarsi verso la cascata di Grunas, di origine nevosa, si riprende il cammino e dopo circa un’ora si arriva alla lock-in Torr, la fortezza costruita che serviva da abitazione a quelle famiglie che a causa delle vendette di sangue erano costrette rinchiudersi.

Rientro al villaggio con cena e pernottamento.

 

cascata Grunas

 

Quarto giorno

 

 

La sveglia è alla mattina presto, all’alba, intorno alle 6.00, non scrivo i commenti di Alessandro, che già aveva tutto di rotto, anche parti che non sapeva di avere, per la camminata del giorno prima ma dopo la colazione a detta di lui, si sentiva quasi pronto per partire.

Partenza per il Passo di Peja, dai 900 metri di altitudine, dove c’è il campo base, fino a quota 1900.

Arrivo intorno alle 11,30 e colazione al sacco con vista eccezionale sulla valle di Thet, con i due piccoli laghi glaciali.

Rientro al campo base con cena e pernottamento.
 
Una vacanza sulle Alpi Albanesi: Una meraviglia della Natura
 

Il quinto giorno proposto dal Tour Operator

 

 

Oggi è dedicato alla visita alla sorgente di acqua purissima, che forma un lago di rara bellezza, una delle meraviglie della natura, “Blue Eye”, sullo sfondo della chiara roccia calcarea, la sorgente assume una colorazione blu scura alla quale è dovuta il nome, che tradotta è ”Occhio Azzurro del Nord”.

Volendo si può anche fare il bagno, tenendo però in considerazione che la temperatura dell’acqua è intorno ai 12-13 gradi.

 

 

Nel pomeriggio si ritorna al campo base, con una sosta al Grunas Canyon, monumento naturale con una lunghezza di 2 chilometri e una profondità di 60 metri, la vicinanza delle sponde varia dai 2-3 metri, ai 30-40 metri, una sfida per tutti gli appassionati di canyon.

 

 

Sesto giorno

 

 

Altra giornata nel segno della resistenza e sforzo, sveglia all’alba e dopo una sontuosa colazione, camminata-trekking di 4 ore verso il Passo di Valbona, a 1812 metri, dalla vetta del passo si vedono le valli di Teth e la Valle di Valbona oltre che tutte le cime delle Alpi Albanesi.

Come al solito compagna di viaggio, è la natura incontaminata, gli splendidi paesaggi e quella felicità interiore che nonostante la fatica, sprizza da tutti i pori e dà la carica per vedere cosa c’è oltre.
 
Una vacanza in Barca a Vela nel Salento è perfetta per visitare una belle mete più ambite dell'estate 2017
 

Settimo giorno

 

 

Trasferimento con il Tour Operator dal villaggio di Theh a Tirana, sistemazione in albergo e visita alla capitale.

L’ottavo giorno rientro in Italia con il volo aereo.

Il racconto di Alessandro era così coinvolgente e ricco di particolari, che mi sembrava di vivere insieme a lui le sue camminate, le sue fatiche e soprattutto vedevo con i suoi occhi tutte le meraviglie che ha visto e vissuto in quei giorni.

Devo dire che la capacità di questo Tour Operator, Brain & Heart, è veramente notevole, il dare ai suoi ospiti tante emozioni nel cuore e negli occhi, non è da tutti, in così pochi giorni, effettivamente loro sanno come gestire il tempo, per ottenere il massimo della felicità e delle emozioni.

 

 


 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere