Stracci di Antrodoco



Stracci di Antrodoco

un primo piatto o una seconda portata

l’importante è il gusto

 

 

 

Gli Stracci di Antrodoco

 

Stracci di Antrodoco, nome particolare per questo piatto, che non voglio considerare né un primo, né un secondo, una sorta di cannelloni con ripieno di carne e mozzarella.

Mi sono avanzate delle scrippelle, che ho utilizzato per preparare il Timballo Abruzzese e non ho voglia di mangiare delle Scrippelle M’busse, non voglio, però, far passare troppo tempo prima di utilizzarle, per non rovinarle e allora mi è venuta in mente una ricetta facile facile che mi ha scritto tempo fa un amico di Antrodoco.

 

Antrodoco

 

Paese in provincia di Rieti ai confini tra Abruzzo e Lazio, fino a pochi secoli fa era parte della provincia di L’Aquila.

Sorge sull’importante strada di comunicazione tra Roma e l’Adriatico, la Salaria, ed in epoca romana era una stazione di posta con una importante e conosciuta fonte termale di acque sulfuree, rinomate anche nel Settecento, nell’Ottocento e fino agli anni ’80 del Novecento in tutta la zona, ora, purtroppo, abbandonate.

Oggi una grossa attrattiva è la chiesa di Santa Maria Extra Moenia e suo battistero.

Appena fuori il centro storico del paese fu costruita nel XI secolo su di un precedente tempio dedicato alla dea romana Diana.

L’edificio fu ripetutamente restaurato nei secoli, a causa di diversi rovinosi terremoti.

Alla facciata, a capanna con spioventi irregolari, il portale duecentesco, venne inserito durante il restauro degli anni cinquanta.

L’interno della chiesa è diviso in tre navate, vi troviamo numerosi affreschi, per la maggior parte piuttosto rovinati.

Nell’abside troviamo immagini bizantineggianti databili fra la fine del XII secolo e l’inizio del secolo successivo.

Lungo le pareti laterali troviamo affreschi raffiguranti, la Crocifissione, Santa Caterina da Siena, San Giovanni Battista e altri santi.

Notevole l’affresco dello sposalizio di Santa Caterina d’Alessandria, conservato meglio degli altri.

Vicino alla chiesa di Santa Maria Extra Moenia vi è un battistero a pianta esagonale, al suo interno troviamo un notevole patrimonio pittorico, costituito da cicli dipinti nel corso del Quattrocento, la strage degli innocenti e la fuga in Egitto, il giudizio universale, con l’arcaica figura di un diavolo dai molti tentacoli, storie della vita di San Giovanni Battista, la pietà di San Giovanni, la crocifissione e la salita al calvario.



Stracci di Antrodoco gli ingredienti e la preparazione

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

per le Scrippelle

 

4 uova

2 cucchiai di farina per uovo

1 bicchiere d’acqua, anche qui a uovo

 

 

Per il ripieno e il condimento degli Stracci di Antrodoco

300 gr di carne magra di manzo macinata

mezzo bicchiere di vino bianco

olio d’oliva q.b.

1 mozzarella

parmigiano

passata di pomodoro

un trito di sedano, carota e cipolla

qualche foglia di basilico

 

 

Stracci di Antrodoco

Preparazione degli Stracci di Antrodoco

 

Preparazione degli Stracci di Antrodoco

 

 

Una volta preparate le Scrippelle, vedi articolo Scrippelle m’busse, mettere in una padella capiente, un filo d’olio d’oliva e aggiungere la carne macinata.

Lasciar rosolare la carne e poi sfumarla con il vino bianco, una volta evaporato il vino spegnere il fuoco.

Ora prepariamo il sugo semplice, mettendo in un pentolino, un cucchiaio di olio d’oliva e il trito di verdure, far soffriggere, poi aggiungere la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale e un pizzico di pepe, lasciamo sobbollire per 15 minuti e infine aggiungiamo qualche fogliolina di basilico, lasciar profumare.

Poniamo le scrippelle sul tagliere e mettiamo nel centro, longitudinalmente un po’ di macinato rosolato, appoggiamoci sopra una fettina di mozzarella, un cucchiaio di sugo semplice e una spolverata di parmigiano, chiudiamo a sigaretta la scrippella.

In un testo, sporcato il fondo, con un po’ di sugo semplice, mettiamo tutte gli Stracci di Antrodoco, allineati, possiamo anche farne due strati, condiamo con il sugo, spolverizziamo col parmigiano e inforniamo a 180° per 15 minuti.

Buon Appetito!!!


Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere