Spaghetti alla chitarra al sugo teramano



 

Spaghetti alla chitarra,

Maccaruna o Chitarrina

al sugo abruzzese,

con le “Pallotte”

 

 

Spaghetti alla chitarra con pallottine

Spaghetti alla chitarra con pallottine

 

Gli Spaghetti alla Chitarra o Maccaruna, nel dialetto abruzzese, o anche Chitarrina, dal famoso strumento, da dove si ricava questo tipo di pasta, dalla forma particolare e somigliante ad una chitarra, o dal gesto, che le massaie abruzzesi fanno per staccare gli Spaghetti alla Chitarra dal telaio, una sorta di accarezzamento delle corde, come se fosse un “arpeggio”.

Gli Spaghetti alla chitarra, sono un tipo di spaghetti, preparati con la pasta all’uovo, a sezione quadrata di circa 2 o 3 millimetri.

 

 

Spaghetti alla Chitarra, un po’ di storia.

 

 

Ruzzolo per tagliare la pasta

Ruzzolo per tagliare la pasta

 

Se ne trova traccia , di questo tipo di pasta, intorno al 1700 in alcuni documenti notarili.

L’attrezzo usato per confezionarla, chiamato Maccharunare, deriva, probabilmente, da un’evoluzione dello strumento, ancor oggi utilizzato per confezionare la “Mugnaia”, un particolarissimo tipo di pasta del pescarese o “Maccheroni a lu Rentrocele”, altro tipo di pasta abruzzese, chiamato “Ruzzolo”.

Il o lo “Ruzzolo”, è un particolare mattarello per tagliare la pasta, con scanalature della larghezza, variabili, dai 5 mm a 1 centimetro, dipende dal tipo di pasta.



Il Maccharunare

 

 

Come già detto il Maccharunare, è l’attrezzo per confezionare gli Spaghetti alla Chitarra, un telaio rettangolare, molto simile al telaio per tessuti, con fili di rame o ottone,distanti l’uno dall’altro circa 2 o 3 mm, con delle chiavi ad una estremità, per portarli in tensione, come per gli strumenti musicali a corda.

 

Il Maccharunare telaio per tagliare gli Spaghetti alla Chitarra

Il Maccharunare telaio per tagliare gli Spaghetti alla Chitarra

 

Su questo telaio vengono stese le “Pettele”, la sfoglia di pasta, dello spessore, tirata a mano, uguale a quello della larghezza dei fili.

Ci si passa, poi, sopra il mattarello e infine le massaie in una sorta di “arpeggio”, passano le dita sulle corde per staccare la pasta e farla cadere nel setaccio sottostante e poi messa ad asciugare.



Ricetta degli Spaghetti alla Chitarra con Sugo Teramano o con le “Pallotte”

 

 

Oggi come oggi è difficile trovare chi ha il tempo di mettersi a confezionare la pasta fatta a mano in casa, o soprattutto, usare il telaio per confezionare gli Spaghetti alla Chitarra.

Per chi si diletta a prepararla in casa, è possibile usare in alternativa la “macchina per la pasta”, usando l’accessorio per le tagliatelline e utilizzando la sfoglia di spessore 2 o 3 millimetri, altrimenti in commercio ci sono confezioni di pasta fresca di ottima qualità.

 

 

Ingredienti per preparare la sfoglia

 

 

Per 4 o 6 persone

 

  • 500 grammi di farina di grano, meglio se grano duro
  • 5 uova

i Pastai, a me hanno sempre consigliato di non salare l’impasto, verrà poi salata l’acqua di cottura.

 

Spaghetti alla Chitarra o Chitarrina o Maccarunne

Spaghetti alla Chitarra o Chitarrina o Maccarunne

 

 

Preparazione della sfoglia per gli Spaghetti alla Chitarra

 

 

Mettete su una spianatoia la farina a fontana e aggiungete le uova, cominciate ad impastare dapprima aiutandovi, con una forchetta e poi con le mani fino a raggiungere un impasto omogeneo e lasciate riposare sotto un canovaccio per una mezz’oretta.

Spianate a mano o con la macchina per la pasta, fino a raggiungere lo spessore di 2 o 3 millimetri, tagliatela con l’attrezzo apposta per le tagliatelline o con il Maccharunare.

Cospargete gli Spaghetti alla Chitarra con un po’ di semola, per fare in modo che non si attacchino tra di loro e poneteli su un canovaccio lontano da eventuali correnti d’aria.

 

 

 

Ingredienti per il Sugo alla Teramana

 

 

  • 300 grammi di carne macinata di manzo, volendo si può usare mista, manzo e maiale.
  • 1 uovo
  • 25 – 30 grammi di parmigiano grattugiato
  • trito di 1 gambo di sedano, 1 carota e 1 cipolla media,
  • 450 grammi di passata di pomodoro
  • olio d’oliva
  • sale e pepe, a piacere anche peperoncino



Preparazione delle “Pallotte”

 

 

In una terrina, mettete gli ingredienti, carne macinata, l’uovo e il parmigiano grattugiato, amalgamate il tutto e con le mani, preparate delle polpettine della grandezza di un cece, fino a fine impasto.

 

 

 

Mettete le pallottine su un vassoio, facendo attenzione che non si attacchino le une alle altre.

Prendete poi una capiente padella antiaderente, dove farete scaldare un filo d’olio e porrete le pallottine a rosolare, rigiratele molto delicatamente o agitate la padella, essendo piccole sono delicate e potrebbero sbriciolarsi.

Una volta rosolate, toglietele dal fuoco e lasciatele riposare in un piatto.

Nella padella dove avete cotto le pallotte, fate soffriggere il trito di sedano, carota e cipolla, aggiungete il pomodoro e infine dopo cinque minuti di insaporimento, unite le pallotte, coprite e fate cuocere, salate e pepate, volendo, se piace, aggiungete anche un po’ di peperoncino a piacere.

Quando il sugo avrà raggiunto, a occhio, la giusta consistenza usatelo, per condirci gli spaghetti alla Chitarra che nel frattempo avrete fatto lessare in abbondante acqua salata e mantenuti al dente.

Questa è una ricetta semplicissima ma molto gustosa, l’unica cosa, che è un po’ laboriosa la preparazione delle pallotte ma una volta presa la mano, non smetterete più di preparare per gli amici e familiari questa ricetta col cuore abruzzese.

Buon Appetito!!!

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere