Sbrisolona torta mantovana

 

 

Sbrisolona

la torta mantovana

chiamata anche

Torta Tre Tazze

 

 

Sbrisolona chiamata anche Torta Tre Tazze

Sbrisolona chiamata anche Torta Tre Tazze

 

Come vi avevo promesso nell’articolo sui Tortelli di zucca mantovani, vi passo la ricetta della Sbrisolona.

E’ di una facilità estrema e con ingredienti che si hanno quasi sempre nella dispensa, oltre tutto è ottima per la colazione o con un ottimo vino passito, giusto come accompagnamento, al posto della solita pasticceria secca.

 

Le origini

 

Il suo nome deriva dal dialetto mantovano “Brisa”, briciola, di origini umilissime, contadine e veniva preparata in occasioni importanti, come la nascita di un bambino o per festeggiare una promessa di matrimonio.

Da dolce umile, diventa poi, nobilitato alla corte dei Gonzaga Signori di Mantova, con l’aggiunta all’impasto di zucchero, mandorle e spezie.


Chiamata anche la “Torta Tre Tazze”, perché gli ingredienti venivano misurati in parti uguali, con le tazze, ed erano e sono tutt’oggi, farina bianca, farina gialla e zucchero.

La sua caratteristica, da cui prende il nome, è che non va impastata omogeneamente ma a briciole, deve avere una consistenza irregolare e con il taglio delle mandorle grossolano.

Dopo la cottura deve rimanere friabile e spezzata con le mani non tagliata a coltello.

 

Vino passito per accompagnare la Sbrisolona

Vino passito per accompagnare la Sbrisolona

 

Gli ingredienti per la Sbrisolona

 

Ve la propongo con gli ingredienti “moderni”, non come veniva preparata dai contadini del 600, che era buona di sapore ma noi siamo abituati ad un gusto più dolce, allora si usava lo strutto, oggi sostituito, o parzialmente sostituito, dal burro, le nocciole, che si trovavano nei boschi, sono state sostituite dalle mandorle.

Anche se non è molto adatta per chi è a dieta, visto la dose del burro contenuto, consiglio in ogni caso di provarla, magari solo un pezzettini, ne vale veramente lo strappo alla regola per una volta.

  • 400 grammi di farina bianca
  • 400 grammi di farina di mais
  • 400 grammi di zucchero
  • 450 grammi di burro ammorbidito volendo si possono fare 200 grammi di strutto e 250 di burro
  • 1 uovo
  • 3 tuorli
  • 300 grammi di mandorle tritate grossolanamente, qualcuna lasciatela intera o spezzata a metà
  • la buccia di 1 limone grattugiato
  • un pizzico di sale
  • 1 baccello di vaniglia o aroma di vaniglia

 

L'impasto della torta Sbrisolona

L’impasto della torta Sbrisolona

 

Preparazione della Sbrisolona

 

Nell’impastatrice o in una terrina, miscelate il burro con lo zucchero, se non avete l’impastatrice aiutatevi con le fruste elettriche del frullino.

Tritate le mandorle grossolanamente, io uso la lama d’un coltello, in questo modo evito che si scaldino e far fuoriuscire l’olio, come quando si usa un mixer, evitando così che si impattonino.

Unite al burro con lo zucchero, le farine, le mandorle tritate, il limone grattugiato, il sale e le uova.

Unite anche a questo composto, l’interno, i semini e la polpa del baccello di vaniglia o l’essenza di vaniglia.

Impastate il tutto con le dita, facendo in modo che l’impasto risulti molto friabile, imburrate una tortiera di 26- 30 centimetri di diametro e ponetevi l’impasto, che deve risultare alto 3-4 centimetri.

Infornate a forno caldo, 170° per quaranta minuti.

Fate raffreddare e servite a pezzetti con vino dolce passito o con un bicchiere di latte bianco, freddo  .

Buon Appetito!!!



Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere