MONTEPULCIANO D’ABRUZZO un vino di carattere

 

 

 

Montepulciano d’Abruzzo

asciutto , morbido

con profumo di frutti rossi e fiori

 

 

Vitigno classico del Montepulciano d'Abruzzo

Vitigno classico del Montepulciano d’Abruzzo

 

Il Vitigno Montepulciano d’Abruzzo

 

 

E’ un vitigno autoctono, vale a dire, che questa particolare varietà di vite viene utilizzata per il vino prodotto nella zona di origine del vitigno, quindi il Montepulciano d’Abruzzo e il Nobile di Montepulciano non hanno niente in comune o che siano legati tra loro, se non per il nome.

Il primo prende il nome dal vitigno, mentre il secondo prende il nome dalla città toscana in cui è prodotto, Montepulciano.

Documentato sin dal 1700, il Montepulciano trova i natali in Valle Peligna, altopiano abruzzese in provincia dell’Aquila e dei suoi vigneti si trovano prime testimonianze nella Valle del Pescara, in zona Tocco da Casauria, ed è coltivato in grossa percentuale nella Regione Abruzzo, nelle Marche, Molise e in percentuale minore in Umbria.

Nato come uva da taglio, la maestria e la caparbietà dei viticoltori abruzzesi, hanno reso il Montepulciano d’Abruzzo , uno dei vini che si annovera nell’elenco dei vini da monovitigno, di eccellente qualità.

 

Il Vino

 

Cantina di affinamento Montepulciano d'Abruzzo

Cantina di affinamento Montepulciano d’Abruzzo

 

Il Montepulciano d’Abruzzo è un vino ottenuto unicamente da vigneti coltivati in collina, da terreni pianeggianti sopra i 300 metri sul livello del mare fino a un massimo di 500 metri.

La maturazione delle uve è tardiva, nei primi 10-20 giorni di ottobre, le caratteristiche organolettiche sono decisamente piacevoli e interessanti quando è giovane 8-18 mesi, mentre sono complesse e superiori in quelli maturati a lungo in botti.

Un vino dal colore rosso rubino intenso, con lievi sfumature violacee, con tendenza all’arancione se invecchiato.

Di sapore asciutto, morbido, sapido, leggermente tannico, cioè ricco di tannini, sostanze presenti nella buccia e nei vinaccioli dell’uva che conferiscono il gusto “allappante”.

È un vino robusto, di corpo, che si adatta all’invecchiamento e può vantarsi del riferimento “vecchio” ove al momento della messa in vendita, abbia una gradazione alcolica minima del 12,5% e un periodo minimo di invecchiamento di almeno due anni, di cui sei mesi in botti di legno.

 

Uva Montepulciano

Uva Montepulciano

 

La sottozona “Colline Teramane” del Montepulciano d’Abruzzo

 

Il Montepulciano d’Abruzzo delle aree “Colline Teramane”, è anch’esso, un vino dal colore rosso rubino intenso con lievi sfumature violacee, tendente all’arancione se invecchiato, profumo caratteristico, intenso, il sapore è asciutto, pieno, robusto ma armonico e vellutato.

Il Docg Montepulciano d’Abruzzo “Colline Teramane”, per fregiarsi della menzione “vecchio” deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento non inferiore a tre anni.

Dalla vendemmia 2003 alla sottozona “Colline Teramane” è stata concessa la Docg, Denominazione di Origine Controllata e Garantita e la sua produzione è consentita nella provincia di Teramo.

 

 

Abbinamenti in cucina

 

Servito a 16-18° accompagna tagliatelle o spaghetti alla chitarra al ragù di castrato, risotto alla pasta di salame fresca, bollito misto, costata alla griglia, cosciotto di agnello al forno, costolette di agnello in casseruola, braciole di maiale alla piastra, caciotte di pecorino stagionate.

Il Montepulciano d’Abruzzo invecchiato si serve a 18 gradi e accompagna arrosti cotti a lungo, come l’arrosto morto di codone di manzo, bourguignon di cinghiale, ovvero cotto a lungo nel vino, spalla di castrato stufata.

 

Le Cantine

 

Tutte le cantine abruzzesi producono dell’ottimo Montepulciano d’Abruzzo , ne menzioniamo alcune come

 

Cantine Spinelli Terra d'Aligi

Cantine Spinelli Terra d’Aligi

 

La Cantina Spinelli Terra d’Aligi in provincia di Chieti, con il

 

  • Tolos, etichetta di punta della cantina, prodotto con uva montepulciano 100%, affinato 18 mesi in barrique e 12 mesi in bottiglia.

 

Le caratteristiche organolettiche di questo vino

 

Dal colore rosso rubino intenso con sfumature granato.

Intensi aromi di frutta rossa matura e piccoli frutti di bosco amalgamati finemente con note speziate dolci.

Di grande struttura, complesso, elegante, equilibrato e di lunga persistenza.

Premiato con Medaglia d’Oro Concours Mondial Bruxelles 2010, Diploma di Gran Menzione Vinitaly 2010, Diploma di Gran Menzione Vinitaly 2010

 

Etichetta Tolos ed etichetta Tatone

Etichetta Tolos ed etichetta Tatone della Cantina Spinelli Terra d’Aligi

 

  • Tatone, che deriva dall’appellativo confidenziale e affettuoso per il nonno, un Montepulciano d’Abruzzo maturo e complesso, affinato 24 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia e 3 mesi in bottiglia.

 

Un vino “Riserva”, dal colore rosso rubino intenso con riflessi violacei e sfumature granato. Aromi di frutta rossa matura si fondono con note speziate dolci. Di ottima struttura, elegante, equilibrato e di lunga persistenza.

 

Cantina Masciarelli

 

  • Montepulciano d’Abruzzo DOC Villa Gemma Rosso

 

Un vino di gradazione importante 14,5°, etichetta considerata ammiraglia della cantina, con molti premi alle spalle.

Invecchiato 36 mesi, di cui 18-24 in barriques e affinato in bottiglia 2-3 anni.

 

Il Montepulciano d’Abruzzo, dunque è un vino per le grandi occasioni e per accompagnare piatti importanti e della tradizione abruzzese quale la “Pecora alla Callara”, un tipico piatto della tradizione pastorizia.
Un vino che per gli amanti del buon bere deve essere provato e tenuto nella cantina personale, molte etichette le potete trovare su Amazon nella sezione Vini

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere