Merenda dolce per un gruppo di lupette affamate

 


 

 

La merenda dolce

come la preparavano le nonne

il Lattacciolo

 

 

Lattacciolo abruzzese merenda dolce

Lattacciolo abruzzese merenda dolce

 

 

Vi ricordate e parlo soprattutto a tutti quelli che hanno passato gli ‘anta, quando non c’erano tutte le merendine che ci sono oggi, tutta la scelta che i nostri ragazzi hanno, che fra parentesi non sanno quasi mai cosa scegliere, sugli scaffali  dei vari supermercati e le nostre nonne con pochi e semplici ingredienti, ci creavano una merenda sana, genuina e carica di gusto?

Ecco, ho fatto rinascere proprio qualche giorno fa, una merenda dolce, che avevo praticamente dimenticato e che mi preparava abitualmente mia nonna ma che oggi è diventata una ricetta, quasi da grandi occasioni.

È venuta a trovarmi mia nipote e per non sentirsi troppo sola, ha pensato di portare anche qualche amica, il mio problema non erano tanto loro ma non avevo niente per far fare una merenda dolce o salata che sia.

Queste lupette affamate, sapevo che qualunque cosa avessi proposto non sarebbe andato bene, ero praticamente nel panico, io che per mestiere scrivo di ricette antiche, faccio ricerche, parlando con gli anziani di molte località, per avere la “sacra bibbia”, ovvero il libricino dove sono annotate a matita tutte le ricette tramandate da generazioni, che ho amici che vengono apposta, per cenare da me e assaggiare i piatti tradizionali italiani, mi faccio mettere in ginocchio da quattro ragazzine, che vogliono fare una merenda dolce.

Poi improvvisamente, come nei cartoni animati, mi si accende la lampadina sopra alla testa, “Il Lattacciolo o Lattaccio”, pochi e semplici ingredienti che normalmente teniamo in casa e voilà il gioco è fatto,…quasi…mi ci vogliono circa 40 minuti, perché sia pronto ma vista l’ora ce l’avrei fatta, per la gioia delle lupette affamate.

 

 

La merenda dolce per le lupette affamate il Lattacciolo

 

 

Mi sono messo subito all’opera dopo aver preso gli attrezzi per la preparazione, la mia frusta elettrica della Braun modello HM3135, senza sarei perduto, e i vari pentolini, poi mi sono dedicato agli ingredienti.

 

Ingredienti

 

 

½ litro di Latte

4 Uova

6/7 cucchiai di Zucchero semolato

Buccia grattugiata di 1 limone non trattato

 

Per la decorazione ne ho preparati qualcuno, con una crema di Nutella, al posto del caramello, l’ho preparata mescolando 2 cucchiai di Nutella, con dell’olio di semi di girasole, finché non fosse diventata crema colabile, volendo si possono usare anche i topping già pronti, al gusto che si vuole.
 


 

Preparazione

 

 

In un pentolino ho portato in ebollizione il latte con la scorza del limone, appena ha cominciato a salire, l’ho tolto dal fuoco e messo da parte.

Ho sbattuto in una terrina le uova con lo zucchero, per un paio di minuti, poi ho aggiunto sempre mescolando lentamente, il latte oramai divenuto tiepido e senza la scorza di limone, controllare che non sia troppo caldo, altrimenti si cuoce.

In un’altro pentolino ho fatto caramellare 3 cucchiai di zucchero con un cucchiaio d’acqua e quando si è imbrunito, non bruciato, ne ho versato un po’, sul fondo degli stampini in alluminio monoporzione, qualcuno l’ho tenuto senza caramello.

Quindi ho suddiviso tutto il latte con le uova, nei vari stampini e messi sul fuoco basso a bagnomaria, a cuocere per circa un’ora e un quarto, a occhio si deve rapprendere il liquido.

Altrimenti per fare più in fretta, dopo 10 minuti di bagnomaria, si possono mettere in forno, sempre a bagnomaria, per una quarantina di minuti a 170°/180°.

Una volta pronti, capovolgere in piattini e aggiungere sopra il topping o, come ho fatto io, la crema di Nutella, altrimenti tenere solo il caramello, dopo essere stati in frigorifero a raffreddare, servire la merenda dolce ai vostri bimbi, nel mio caso alle lupette affamate e mi sa che ve lo richiederanno tutti i giorni.

Buon Appetito!!!

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere