Le melanzane ripiene o Mbuttunate provate la sicilianità sulle vostre tavole

 


 

 

Le Melanzane ripiene o ‘Mbuttunate

un piatto siciliano con molte varianti

ma che rimane il profumato matrimonio tra terra e mare

 

 

Le Melanzane Ripiene o Mbuttunate

Le Melanzane Ripiene o Mbuttunate

 

Di questa ricetta non sono riuscito a trovare le origini, anche se credo che derivino dalla cultura araba ma sicuramente unisce i prodotti della terra con quelli del mare, come sanno coniugare, solo certe popolazioni che vivono a stretto contatto con il mare ma nello stesso tempo hanno radicato in loro la cultura contadina e pastorizia, in questo gli italiani possono solo dare lezioni.

 

 

Le melanzane ingrediente principale e tenero involucro materno per le melanzane ripiene

o ‘mbuttunate

 

Frutto o ortaggio con origini indiane, dove nasce pressoché selvatico, poi coltivato non solo per la cucina ma anche, come pianta medicinale.

Per secoli confinato nella nazione d’origine, finché gli arabi non la scoprirono e la diffusero in tutto il medio oriente e colonie, fino ad arrivare nella nostra terra e che noi, sapientemente e in maniera fantasiosa, abbiamo messo sulle nostre tavole.

Bistrattata e mal vista, come ortaggio che provoca danni alla salute, forse perché il suo nome latino viene da “mala insana”, ovvero mele malsane che provocano danni alla salute, già Artusi nei suoi libri di cucina la chiamava “Petonciano”, il nome è tutto un programma e nei trattati del grande medico arabo Abu Alì el Hosein, come il Canon, grandiosa opera scientifica, descrive la melanzana e di come essa induca gravi malattie della pelle e attacchi epilettici.

In Italia inizialmente era vista come ortaggio marginale, di curiosità, solo la Sicilia, dove la cultura araba l’aveva diffusa già da secoli, la vedevano come ingrediente per gustosi piatti, che sono poi diventati segno di tradizione.
 


 

La ricetta per le melanzane ripiene o ‘mbuttunate

 

 

Ho letto moltissime ricette per le melanzane ripiene ma quella che preferisco e propongo sempre ai miei ospiti e perché no anche a me stesso quando voglio appagare il mio senso del gusto, è quella che unisce, come detto, la terra con il mare e l’arte della pastorizia.

Un giorno mi trovavo nel ristorante della mia amica Cinzia, ed essendo una giornata calda estiva, il locale si era riempito, soprattutto di turisti, mi chiese, allora, se potevo aiutarla in sala con i clienti.

Non mi tirai indietro e cominciai a servire in tavola e cosa che più mi aggrada, intrattenere gli stessi e chiacchierare con loro.

Una signora con prole, mi raccontò come, nel suo locale in Sicilia, fosse un piatto richiestissimo, questa ricetta per le melanzane ripiene e mi consegnò la ricetta, dicendomi di provarla, da allora non passa mese che almeno una volta non me la prepari o i miei amici non la chiedono, nelle serate passate in buona compagnia a tavola.

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

Le quantità non sono segnate, per due motivi, uno va a gusto chi ne vuole di più, perché gradisce un sapore più deciso e chi meno più delicato e il secondo, nella melanzana non ci può stare tanta quantità.

 

4 melanzane medio piccole nere a pera

Caciocavallo stagionato a pezzetti

Aglio a spicchi

Capperi salati

Olive verdi tagliate a metà

Acciughe

Foglie di menta

Basilico

Foglie di sedano

1 cipolla medio piccola tritata

3-4 foglie di alloro

olio extra vergine di oliva q.b.

4-5 mestoli di sugo semplice di pomodoro con basilico e cipolla
 


 

Preparazione

 

 

Dopo aver lavato le melanzane, togliere il picciolo e il cappuccio, fare quattro incisioni profonde sui fianchi della melanzana.

In ogni taglio infilare un pezzo di caciocavallo, un pezzettino di aglio, quantità a piacere, uno o due capperi, sciacquati per eliminare l’eccesso di sale, mezza oliva, un po’ di menta, basilico e una fogliolina di sedano, ripetere per tutti i tagli.

In una capiente padella, con un poco di olio d’oliva, far rosolare la cipolla tritata e inserire le foglie d’alloro, una volta rosolata la cipolla mettere le melanzane ripiene e rosolare per qualche minuto, coprirle con i mestoli di sugo semplice, aggiungere qualche foglia di basilico, incoperchiare e cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti.

Per gustare al meglio le melanzane ripiene o ‘Mbuttunate, vanno servite tiepide o anche fredde ma non di frigo, accompagnare con un robusto vino bianco secco, possono essere o un piatto unico o un sostanzioso antipasto.

Buon Appetito!!!

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere