Gelatina ingrediente per la Galantina

 


 

 

La Galantina Marchigiana

prende il nome dal suo ingrediente

la Gelatina

 

 

La Gallina in gelatina o Galantina di Gallina di Grottazzolina

La Gallina in gelatina o Galantina di Gallina di Grottazzolina

 

 

Già si preparava in epoca romana, documentata nel “De Re Coquinaria”, una delle celeberrime raccolte di ricette gastronomiche scritta da Marco Gavio Apicio, patrizio romano, dove documenta la ricetta del “Pollo ripieno”, servito nei banchetti dell’antica Roma.

Più avanti, si comincerà a usare uno dei metodi di conservazione più efficace, la Gelatina animale, da cui poi prenderà il nome la Galantina.

A questo punto il “pollo in gelatina” o Galantina, entra a far parte della cucina ma sarà nelle Marche, che assumerà il simbolo di prodotto gastronomico tipico, presente nei pranzi di Pasqua e Natale, nei matrimoni e feste più importanti.

Gli ingredienti sono i medesimi della ricetta dell’antica roma, con l’aggiunta della Gelatina e qualche variante che potrebbe essere a livello personale, delle famiglie marchigiane.
 

 

La Galantina marchigiana preparata con gallina e gelatina

 

 

La preparazione della Galantina non è difficile e neanche tanto laboriosa ma si sa, oggi come oggi, a parte qualche ristoratore o massaia, per non dire casalinga, difficilmente ci si mette a preparare questi piatti, che una volta era di norma preparare in casa, fortunatamente ci sono artigiani gastronomi e salumifici, che la preparano ancora come una volta e chi si vuole servire un bel piatto di questa leccornia, lo può fare senza doversi mettere ai fornelli.

Per chi invece vuole cimentarsi nella preparazione della gallina in gelatina o galantina marchigiana, perché è dell’idea, che se lo preparo io ha quel non so che che gli dà una marcia in più, vi propongo la ricetta della Galantina di Grottazzolina nelle Marche.

 

 

La ricetta della Galantina di Grottazzolina la gallina in gelatina

 

 

Perché continuo a dire gallina e non pollo, semplice, si può preparare anche con il pollo, possibilmente ruspante, anzi la maggior parte lo fanno proprio con questo ma la Gallina, è più delicata con un sapore completamente diverso, se ne avete la possibilità provate a prepararla con gallina e sentirete che risultato.
 


 

Ingredienti

 

1 Gallina

100 grammi di parmigiano grattugiato

400 grammi di carne di manzo macinata

2 uova sode

100 grammi di prosciutto cotto tagliato a dadini

50-60 grammi di pistacchi

2 carote tritate

150 grammi di olive verdi denocciolate e spezzettate

pepe bianco

sale

come optional e se è di vostro gusto, qualche fettina di tartufo, oggi si trova in tutte le gastronomie sotto vetro

 

 

Preparazione della gallina in gelatina o Galantina

 

 

Fatevi preparare dal macellaio di vostra fiducia, una gallina disossata e fatevi lasciare anche le ossa.

Impastate in una terrina tutti gli ingredienti, senza mettere le uova e amalgamateli bene, una volta pronta la farcia cominciate a riempire la gallina disponendo all’interno anche le uova, tipo polpettone.

Una volta terminato di riempire la gallina, richiudetela cucendo con filo da cucina, fare attenzione a non lasciare buchi da dove potrebbe fuoriuscire la farcia, durante la cottura.

Nel frattempo, in una capiente pentola con coperchio, mettete a bollire 3-4 litri di acqua salata con un paio di carote, una cipolla ed una costa di sedano, quando comincia a bollire, immergetevi la gallina e le ossa spolpate e spezzate, lasciate cuocere il tutto a fuoco lento per 3 ore.

Una volta cotta la Galantina, adagiatela su di un piano rigido di legno e appoggiatevi sopra un peso di 3-4 chilogrammi, lasciandola così raffreddare e a schiacciarsi per almeno 2 ore.

La gallina in gelatina o Galantina Marchigiana a questo punto è pronta, va servita fredda e tagliata sottilmente, con un contorno di verdure ripassate in padella o con una porzione di cicoria selvatica, saltata in padella.

Buon Appetito!!!
 

 


 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere