Ferratelle Abruzzesi



 

Ferratelle Abruzzesi

e c’è chi li confonde con

i Waffel

 

 

Ferratelle Abruzzesi pronte per essere spalmate

Ferratelle Abruzzesi pronte per essere spalmate

 

 

Se andate al supermercato, trovate in confezioni sigillate i Waffel, che oramai sono venduti e preparati in tutto il mondo.

Scusate il mio campanilismo ma, le Ferratelle Abruzzesi, non si possono trovare in commercio sotto vuoto, vanno preparate e mangiate al momento e con un impasto “quasi” completamente diverso dai Waffel.

Sono morbide, con un gusto particolarmente sobrio, né troppo dolci né troppo “sciape”, ops !!, mi è scappato il dialetto, insipide, che sanno di poco.

A L’Aquila, se vi va di farci una scappata, si lo so non è dietro l’angolo ma non si sa mai, entrate allo storico bar dei Fratelli Nurzia, in pieno centro e ordinate le Ferratelle Abruzzesi con il Torrone Spalmabile de L’Aquila, penso che dopo un’esperienza simile, poche cose si possano paragonare a questo.
 

 

Le Ferratelle Abruzzesi

 

 

Le Ferratelle Abruzzesi o Neole o Cancellata, per la loro particolare forma e sembianza a una cancellata , un’inferriata, comunque le chiamiate sono un dolce tipico abruzzese di origini lontane, in epoca romana erano chiamate “Crustulum”.

La loro forma però risale intorno al ‘700, quando i fabbri forgiavano il “Ferro”, “lu ferre” o “jo fèrro“, per la preparazione di questo dolce e ponevano al centro lo stemma della casata o le iniziali della futura sposa che lo portava in dote al proprio matrimonio.

Le Ferratelle Abruzzesi, come dice il nome, sono prettamente dell’Abruzzo ma la loro diffusione è anche in Molise, note come “Cancelle”, con riferimento alle scanalature impresse nella piastra di cottura, simili a cancelli, nel Lazio, nella zona di Cittaducale, anticamente territorio abruzzese, queste specialità hanno ottenuto il riconoscimento di PAT, prodotto agroalimentare tradizionale.


Come si mangiano le Ferratelle Abruzzesi

 

 

Sono una “Base spalmabile”, anche se si possono mangiare semplicemente come un biscotto, senza niente, però, per raggiungere il loro top di gusto, vanno accompagnate da creme, marmellate, miele e perché no formaggi morbidi e cremosi, per creare un sapore dolce-salato particolare.

Possono essere mangiate a merenda o a fine pasto come dolce accompagnato da un passito dolce o da un prosecco, spalmate con una marmellata di uva, tipica abruzzese o dalla famosa crema spalmabile di Torrone abruzzese.

Il ferro per la cottura, oggi come oggi, si trova in commercio in tutta Italia, nei migliori negozi di casalinghi ma attenzione quando lo comprate, devono essere abbastanza pesanti altrimenti, se troppo leggeri, quando si scaldano per la cottura, potrebbero diventare troppo roventi velocemente e bruciare le Ferratelle Abruzzesi.

 

 

 

La ricetta per la preparazione dell’impasto delle Ferratelle Abruzzesi

 

 

L’impasto è una pasta da biscotto, i suoi ingredienti sono semplicissimi, la difficoltà, se così si può dire, rimane nella cottura ma con un pochino di esperienza, diventeranno favolose e continuerete a prepararle ogni qualvolta avrete voglia di un dolcetto semplice ma buono, per voi o i vostri invitati.


Ingredienti per circa una quindicina di Ferratelle Abruzzesi

 

 

3 uova

3 cucchiai di olio d’oliva o di semi se si desiderano un po’ più leggere

180 grammi di farina 00

3 cucchiai di zucchero

un pizzico di cannella

scorza grattugiata di 1 limone

un pizzico di sale

 

 

Preparazione

 

 

In una terrina unire le uova insieme alla farina e un pizzico di sale, aggiungere lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e la cannella.

Con una frusta elettrica o a mano, amalgamare gli ingredienti aggiungendo a filo, come per la maionese, l’olio, il composto deve risultare denso e omogeneo, quando viene posto nel ferro non deve spandersi dappertutto.

Lasciare riposare una mezz’oretta e nel frattempo scaldare il “Ferro” sul fuoco, deve essere ben caldo ma non rovente per non bruciare immediatamente l’impasto. Una volta pronto il Ferro, mettere al centro della forma, una cucchiaiata di impasto, richiudere l’attrezzo e rimetterlo sul fuoco girandolo dopo un minuto e più volte, fintanto che le Ferratelle Abruzzesi non diventino dorate da entrambi i lati.

Servitele tiepide per esaltarne la fragranza.

Consiglio, il fuoco tenetelo medio basso, cuoceranno con i giusti tempi e non bruceranno.

Buon Appetito!!!


Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Benvenuti in Preziosità Italiane commentate a piacere